Eccovi le prime risposte al sondaggio su AcsiProf.

Per accedere al sondaggio clicca QUI

Abbiamo avuto 61 risposte finora e sia per chi lo a fatto che per chi potrà ancora rispondere entro la fine di luglio, vi proponiamo i risultati parziali.

Sondaggio al 10 Luglio

La prima domanda: Sei interessato ad iscriverti e/o diventare professionista in Biodinamica Craniosacrale (ai sensi della legge 4/13)?

Le risposte:

  • 32 SI
  • 24 Vorrei capire meglio
  • 4 NO
  • 3 Non lo so ancora

La seconda domanda: Oltre alla Biodinamica Craniosacrale BCS, pratichi e sei iscritto ad altri albi di professionisti in Discipline Bio Naturali, DBN?

Le risposte:

  • 18 praticano altre DBN e lo specificano
  • 2 sono medici
  • 1 è di formazione Upledger
  • 9  hanno solo segnalato con ****
  • 8 Non sono soci ACSI
  • 6 sono ex soci ACSI
  • 5 sono sconosciuti o anonimi

Riportiamo delle domande poste da alcuni operatori a cui risponderemo, anche individualmente, ma a cui potete rispondere anche voi qui sul Blogcraniosacrale.

  • Che senso ha un doppione? Non basta impegnarsi e valorizzare ACSI?
  • Sono iscritta ad ACSI e a Conacreis (perché hanno una polizza assicurativa che comprende la tutela legale), già così ho una discreta cifra da sostenere. Iscriversi ad AcsiProf comporta un’ulteriore quota? Il dubbio più grande che ho è nell’infilarci in ambiti sempre più definiti, sull’onda del riconoscimento andiamo a diventare più “attaccabili”? Un po’ come i counselor che sono tormentati dagli psicologi, finiremo tormentati dagli osteopati e dai medici? Finiremo a dover avere una laurea in medicina o Isef o scienze motorie per poter essere operatori BCS?
  • Per il momento vivo a Glasgow, Scozia, dove ho fatto il corso in BCST. Un domani se mi dovessi mai trasferire di nuovo a Modena, è automatico che posso iniziare a lavorare o dovrei fare altri esami? Grazie.
  • Io ho imparato la Craniosacrale metodo Dott. Upledger nel 1998 grazie al suo allievo fisioterapista Garry Brumer. La eseguo da allora con successo. Mi piacerebbe che questa tecnica venisse riconosciuta da poterla eseguire tranquillamente negli ospedali e altri luoghi pubblici. Iscrivendomi si potrà arrivare a questo? Io l’ho imparata in 9 giorni e, avendo alle spalle un corso di massofisioterapista al CTO di Milano, potrebbe essere valido il mio attestato per eseguirla in luoghi pubblici tipo ospedali e case di riposo? Vi ringrazio e vi saluto cordialmente.
  • Vorrei capire meglio cosa comporta in termini di corsi da frequentare, grazie.
  • Vorrei sapere se é indispensabile ottenere la certificazione delle competenze della regione Lombardia.
  • Essendo una fisioterapista, non so se posso iscrivermi o se devo rimanere solo socio ACSI.
  • Considerazione: mi iscrivo perché penso sia una cosa positiva per molti che AcsiProf abbia tanti iscritti.
  • Per svolgere professionalmente il ruolo di operatore di craniosacrale è necessario avere uno studio o si può fare anche a casa propria?
  • Cosa volete fare di questo sondaggio? Sarà possibile in tutta Italia il riconoscimento di queste discipline?
  • Se una persona diventa professionista ai sensi della legge 4/13, cosa comporta e cosa vuol dire?
  • Vorrei capire meglio il valore aggiunto di AcsiProf rispetto ad ACSI. Vorrei sapere con chiarezza anche se l’essere associato alla sola ACSI mi è sufficiente per poter lavorare come professionista riconosciuto da una associazione nazionale e se ha un qualche valore il registro di operatori al quale mi avete iscritto. Tipologia, durata e costi della formazione aggiuntiva; possibilità di collegamento con altri albi; aggiornamenti necessari.
  • Buongiorno, cosa bisogna fare per essere in regola oggi in merito alla professione Craniosacrale? Grazie in anticipo, Donatella.
  • Voglio diventare professionista, ma voglio capire come funzionerà, anche in termini di costi. Al momento non ho domande.

 

La comunicazione e le relazioni interne ed esterne

 

 

 

 

a cura di Paolo Maderu Pincione